fbpx

La risposta è si: se sei affetto da cheratocono potresti, comunque, eliminare il tuo difetto visivo.

Che cos’è il cheratocono?

Il cheratocono è una malattia progressiva non infiammatoria della cornea, che si assottiglia e si deforma, assumendo una caratteristica forma conica. Di profilo la superficie oculare diventa, quindi, più sporgente.

Quali sono i requisiti?

Innanzitutto, prima di essere sottoposti ad un intervento per eliminare il difetto visivo dovuto al cheratocono, è necessario che, il cheratocono stesso, sia stabile.

Per stabilizzare il cheratocono si usa la tecnica di Cross-Linking Corneale, un intervento che mira a rinforzare la cornea.

Al fine di migliorare sia le prospettive di stabilità corneale che le prestazioni visive si è osservato che è, talvolta, possibile abbinare due tecniche di chirurgia.

Nello specifico, nel nostro istituto, si può ricorrere alla combinazione del Cross-linking (CXL) con alcune tecniche di chirurgia refrattiva, vediamo insieme quali:

– Cross-linking e T-CAT – Qualora il cheratocono sia in uno stadio iniziale e la cornea abbia un buono spessore, è, talvolta, possibile abbinare il trattamento Cross-linking con l’operazione laser guidato per topografia (T-CAT).

– Cross-linking e Impianto di Lenti Fachiche – Qualora non sia il caso di operare sulla cornea, è possibile abbinare il trattamento Cross-linking con l’Impianto di Lenti Fachiche, un intervento combinato che si effettua presso i nostri studi, quando possibile.

Open chat